LA MALATTIA

 

gaslini

CENTRO REGIONALE DI RIFERIMENTO PER LE MALATTIE EMORRAGICHE E L’INDIVIDUAZIONE DEL RISCHIO TROMBOTICO EREDITARIO

 

ISTITUTO GIANNINA GASLINI GENOVA

 

 

 

 

A.C. MOLINARI  2013    

 

LA MALATTIA

 

 

L’emofilia è una malattia del sangue legata a un difetto della coagulazione ed è conosciuta fin da tempi antichissimi:

Talmudil primo riscontro storico è nel talmud babilonese del IV secolo (a destra) che riportava la seguente raccomandazione:"Pertanto è stato stabilito: se una donna ha fatto circoncidere il suo primo figlio e lui è morto (a causa dell’emorragia derivata dall’intervento) e anche un secondo figlio è morto, lei non deve far circoncidere il suo terzo figlio"

 

regina vittoriaromanov

Il nome deriva dal greco antico “haima” (sangue) e “philia” (amicizia). È una malattia ereditaria divenuta famosa nel XIX secolo quando la regina Vittoria, sovrana inglese portatrice della malattia, ha inconsapevolmente “distribuito” il gene dell’emofilia tra i regnanti europei, molto spesso imparentati tra loro. L’esempio più toccante è quello del piccolo zarevič Alexei Romanov, figlio dello zar Nicola II di Russia, affetto dalla malattia ereditata per via materna e ucciso all’età di 13 anni assieme alla sua famiglia durante la rivoluzione bolscevica del 1917 .Pertanto è stato stabilito: se una donna ha fatto circoncidere il suo primo figlio e lui è morto (a causa dell’emorragia derivata dall’intervento) e anche un secondo figlio è morto, lei non deve far circoncidere il suo terzo figlio"

british royal family

AVANTI